Villa da Schio, Castelgomberto (Vicenza)

By domenica, marzo 18, 2012 0 No tags Permalink 0

Il complesso fu fatto costruire dalla Famiglia Piovene nella seconda metà del ‘600.
Dapprima la costruzione iniziò lungo l’attuale strada statale, ma a causa di una piena del torrente Agno che scorre a poca distanza, si decise di edificare nella posizione dove oggi si trova la villa.


Studi recenti hanno mostrato che dapprima vi erano due distinti corpi di fabbrica, l’uno adiacente all’attuale cappella, e l’altro nella zona retrostante le barchesse. Il progetto della villa è attribuito all’Architetto Antonio Pizzoccaro che seguì le orme palladiane.
Per poter disporre del parco, i Piovene fecero deviare il torrente Poscola che altrimenti sarebbe passato attraverso il parco stesso, deturpandone l’armonia.
La villa passò per eredità alla famiglia da Porto e successivamente alla famiglia da Schio attuale proprietaria.

L’ampio parco storico, riprende il tradizionale disegno dei parchi settecenteschi.
Antistante la facciata, si trova il classico giardino all’italiana caratterizzato da siepi di bosso e da alberi di limone.
Numerose sono le statue dell’ “officina del Marinali”; davanti alla villa si trova la “peschiera” una grande piscina in pietra, la “peschiera”, circondata da statue a soggetto biblico e mitologico, alimentata dall’acqua del torrente Poscola, che venne fatto appositamente deviare per permettere la realizzazione del parco.
Nel giardino si trovano tre grandi viali di tigli e carpini che contribuiscono ad aumentare i giochi prospettici dell’intero complesso.
Alla fine di ogni viale si trovano delle terrazze da cui la vista spazia sull’antistante prateria.

 

 

Comments are closed.